Craco abbandonata
Estate Gite in giornata Italia

Craco, la città fantasma della Basilicata

on
Luglio 30, 2016

Craco, la città che c’era una volta, la città dei fantasmi, di abitanti fuggiti, di case diroccate. La città che fa immaginare la vita, che lascia quasi in brivido lungo la schiena.

Craco panorama

Il vecchio borgo di Craco si trova lì, sulla sommità di una delle tante colline lucane che caratterizzano il territorio, a circa 390m s.l.m., la città vecchia si intravede una volta imboccata la deviazione dalla superstrada principale che porta verso il sud della Basilicata e già dalla prima occhiata è chiaro l’alone magico e misterioso che la circonda, in una sorta di tempo e spazio sospeso, a metà tra terra e cielo, la città che non c’è.

Craco panoramica

Continuando a percorrere la strada in salita, si arriva a Craco, da qui la vista sul territorio circostante è bellissima: uliveti e vegetazione mediterranea si espandono a macchia d’olio!

Dove si trova, come si raggiunge

Craco si trova in Basilicata, in provincia di Matera, ad un’oretta dal mare, ad un’oretta dal capoluogo lucano, tra i monti e il mare.

Per raggiungerla dalla Puglia e Basilicata, conviene percorrere la SS 655 Bradanica, che collega praticamente Puglia e Basilicata e le relative province di Foggia e Matera. Sempre arrivando da nord, consiglio di seguire le indicazioni per Metaponto e poi seguire le indicazioni per Craco – Montalbano Jonico, e poi seguire per Craco.

Craco panorama

La città si raggiunge poi attraverso una strada collinare, in salita che termina proprio a Craco. Si può parcheggiare tranquillamente lungo la strada una volta raggiunto il vecchio borgo.

Craco dalla strada

Qualche cenno storico…

Nel 1963 Craco iniziò ad essere abbandonata dalla popolazione seguito ad una frana di vaste proporzioni, provocata da lavori pubblici di fogne e reti idriche. Già in questa occasione gran parte degli abitanti si trasferì a valle, in località Craco Peschiera; all’epoca il paese contava quasi 2000 abitanti.

Ma il destino di Craco era già scritto: una decina di anni dopo un’alluvione peggiorò la situazione e infine nel 1980 seguito al terremoto, il paese venne completamente abbandonato.

Craco abbandonata

Nonostante questo esodo, Craco è rimasta intatta nelle sue strutture e case, trasformandosi in un paese fantasma, completamente spopolato dalla vita umana.

Dal 2010 è stato inserito nella lista dei monumenti da salvaguardare redatta dalla World Monuments Fund e oggi fa parte anche della top 10 delle più affascinanti ghost town da visitare.

Craco panoramica

La visita della città fantasma    

Grazie al destino beffardo, la cittadina è diventata famosa non solo a livello turistico, ma anche cinematografico, diventando set per diversi film.

Il comune, nell’ottica di una rivalutazione e recupero del borgo, ha istituito la possibilità di visitar il paese a partire dal 2011 lungo un itinerario messo in sicurezza che permette di percorrere la via principale del paese, arrivando alla piazza principale. L’anno successivo si è aggiunto anche un altro itinerario che permette di addentrarsi ancor di più nella città, tra i suoi vicoletti.

Craco centro storico

Oltre al centro storico sono ora visitabili anche l’ex monastero di San Pietro con le sue terrazze panoramiche e il museo emozionale di Craco (M.E.C.)

Le visite partono dall’ingresso del vecchio borgo, mentre i biglietti vengono emessi dalla mediateca comunale, facilmente raggiungibile seguendo i cartelli, aperta tutti i giorni (festivi inclusi) dalle ore 9.30 all’imbrunire (attorno alle 19.00). Da qualche tempo sono disponibili anche dei tour notturni su prenotazione. Una volta arrivati al punto di inizio delle visite, il personale indicherà l’orario di partenza del tour successivo, in quanto i tour dipendono dall’affluenza delle persone e non ci sono orari pre-stabiliti di inizio tour.

Craco informazioni utili

Vedere Craco fa un effetto molto strano. Alcune case sono un ammasso di macerie, mentre altre costruzioni sono perfettamente integre, tipo la torre normanna risalente all’anno 1000. La situazione è stata poi esasperata dalla razzia di ogni genere: mancano porte, finestre e arredi.

Craco ingresso
Craco centro storico

Costi e biglietti

Il tour lungo il percorso in sicurezza dura un’ora, la visita viene effettuata con guida autorizzata e il costo è di € 10.00 per persona (Craco card da €10.00)

Se si aggiungono anche monastero e M.E.C. è meglio tenersi a disposizione un paio di orette e in questo caso il costo è di € 15.00 per persona e comprende sempre il tour guidato con guida autorizzata e l’ingresso ai 2 siti.

Nel caso di visita in lingua inglese c’è un supplemento di € 5.00 da aggiungere.

I bambini al di sotto dei 14 anni sono gratis.

Craco centro storico

Per gruppi di oltre 20 pax o scolaresche e consigliata la prenotazione, in questo caso è prevista l’emissione di una Craco Card Gold valida per il solo giorno di rilascio al costo di 100€ forfait gruppo.

Per prenotazioni potete contattare Vincenzo 329 4781495 e Innocenzo 329 1061030 o scrivere a serviziocracocard@comune.craco.mt.it.

La visita avviene in completa sicurezza e i visitatori vengono dotati di un caschetto protettivo.

Eventualmente vi consiglio di visitare il sito: https://www.cracomuseum.eu/

Craco

Nei dintorni della città fantasma…

La Basilicata ha davvero tantissimo da offrire, sebbene sia ancora sconosciuta come regione, purtroppo o per fortuna 😉

Basilicata panorama

Se pianificate un viaggetto qui, una tappa d’obbligo è sicuramente Matera con i suoi sassi, di cui vi invito a leggere il mio articolo, cliccando qui.

E poi le Dolomiti Lucane con la loro natura e la possibilità di fare l’esperienza del volo dell’angelo da Castelmezzano a Pietrapertosa, Melfi con il suo castello, Venosa la città di Orazio, la zona del Monte Vulture e Monticchio dove sgorga l’acqua Lilia, la costa Ionica con i centri di Policoro e Metaponto…c’è veramente l’imbarazzo della scelta.

Laghi di Monticchio

Non lontana è anche la Puglia con i suoi centri, quindi un’escursione ad Alberobello o nel Salento è fattibilissima! Ecco qui i link ai miei articoli:

Last but not least, se si è in zona è d’obbligo acquistare una bottiglia di Amaro Lucano, che viene prodotto a Pisticci Scalo, praticamente a mezz’oretta di auto da Craco!!!

Panorama da Craco

Ecco, penso di avervi detto tutto 🙂

A parole non so descrivervi meglio questo patrimonio del sud Italia, spero di avervi fatto almeno immaginare lo spettacolo ma per capire bisogna per forza vederlo quindi via all’organizzazione del vostro viaggio!

Basilicata territorio

Se vi fa piacere continuare a leggere gli altri miei viaggi, vi invito a seguirmi sui miei canali social Instagram e Facebook, che trovate qui di seguito!

          

TAGS
RELATED POSTS

Commenta

Silvia Pellizzon
Venezia, IT

Ciao! Due informazioni veloci su chi sono: mi chiamo Silvia, ho 30 anni e vivo in provincia di Venezia. Per me viaggiare è parte integrante della mia vita. Lo faccio da sempre. Da bambina era tutto semplice e bellissimo, crescendo però mi sono accorta di quanto possa essere complicato viaggiare se non si è ben informati, così la mia passione è diventata anche un lavoro. Oggi ho deciso di iniziare a condividere i miei viaggi e la mia esperienza nell'organizzazione per cercare di essere d'aiuto a chi sceglie di aprire la propria mente visitando nuovi luoghi!

Seguimi su Facebook!
Seguimi su Instagram!
La risposta da Instagram ha restituito dati non validi.

Seguimi!

Archivio Articoli